Vai al contenuto

Cose che non ho capito

30/04/2008

Per quanto ne so io, se un segretario di partito, un presidente della Repubblica, un amministratore delegato o un amministratore di condominio vuole che si torni a discutere e a votare su chi e come debba dirigere il partito – lo stato, l’azienda, il condominio o quel che è – mica deve chiedere il permesso a nessuno. Si dimette, e il congresso – il parlamento, l’assemblea degli azionisti, il condominio – è bell’e convocato. Non mi risulta ci sia legge, norma statutaria o consuetidine che faccia divieto di dimettersi senza permesso al titolare di carica alcuna. E infatti non mi pare che un simile divieto sia previsto dallo statuto del Pd. Quello che non capisco, in breve, è dove sia il problema.

About these ads
3 commenti leave one →
  1. 30/04/2008 22:17

    Norme? Statuti? Partiti? Ma di cosa stiamo parlando?

    http://www.giannicuperlo.it/?id_blogdoc=1890791

  2. francesco cundari permalink*
    01/05/2008 00:15

    direi che merita immediata segnalazione

  3. 02/05/2008 15:49

    Il problema è che, checchè ne dica Veltroni, le correnti sono vive e lottano in mezzo a noi. Solo che a breve i veltroniani sono ancora maggioranza. Sennò non avrebbe anticipato tutti chiedendo subito il congresso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 57 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: